martedì 06 dicembre | 21:02
pubblicato il 17/dic/2013 13:47

Roma: polizia fa scattare vasta operazione contro narcotraffico

Roma: polizia fa scattare vasta operazione contro narcotraffico

(ASCA) - Roma, 17 dic - La Squadra Mobile di Roma e la Polizia di Frontiera Aerea di Fiumicino e di Verona hanno svolto un'articolata attivita' d'indagine, coordinata dalla DDA di Roma, nei confronti di un'organizzazione criminale transnazionale che importava in Italia ingenti quantitativi di droga proveniente dal Messico.

Le indagini, condotte anche in collaborazione con la Drug Enforcement Agency statunitense, hanno consentito di smantellare uno dei principali cartelli della droga messicani, quello di ''Guadalajara'', noto alle cronache per l'efferatezza e la crudelta' dei suoi componenti.

Il gruppo messicano dell'organizzazione criminale individuava e reclutava per lo piu' giovani donne, le riforniva di cocaina e ne organizzava il viaggio in Italia e negli Stati Uniti.

I corrieri della droga riuscivano cosi' ad importare dai 15 ai 30 chili per volta di sostanza stupefacente abilmente occultata all'interno dei loro bagagli a mano.

L'organizzazione aveva al suo interno un abile ''reclutatore'' con l'incarico specifico di selezionare in Messico le ''Chicas'' da destinare poi al trasporto dello stupefacente.

Le ''Chicas'' venivano poi scortate da altri componenti dell'organizzazione dal Messico fino alla Repubblica Dominicana dove ricevevano in custodia la cocaina. Le partite di droga erano pagate in contanti ai corrieri dell'organizzazione che, effettuato il trasporto, ripartivano alla volta del Messico con al seguito le ingenti somme di denaro. L'attivita' investigativa ha tratto origine dall'arresto delle cittadine messicane G.D.D.M. e M.P.K.B., corrieri di un ingente quantitativo di cocaina trasportato nei loro bagagli a mano e abbandonato nei bagni dell'aeroporto di Verona. I corrieri avrebbero dovuto consegnare la droga a F.P. di Torre Annunziata (Na), referente italiano dell'organizzazione, destinatario di misura restrittiva e gia' ricercato in ambito internazionale per reati inerenti il traffico di stupefacenti. Lo stesso e' noto alle cronache come il ''broker della cocaina per conto dei clan vesuviani''.

L'attivita' investigativa, corroborata da intercettazioni telefoniche ed ambientali e da approfondite analisi del traffico telefonico, ha consentito di sequestrare circa 100 chili di cocaina destinata ad approvvigionare il mercato gestito dai clan del Vesuviano.

red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Papa
Il papa: le chiese siano oasi di bellezza in periferie degradate
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni