venerdì 24 febbraio | 09:02
pubblicato il 07/ott/2013 12:55

Roma: Marino su aggressione, violenza non e' giustificabile

(ASCA) - Roma, 7 ott - ''Attendiamo gli accertamenti che sta conducendo la polizia di stato per capire cosa abbia spinto questa persona agli atti vandalici che abbiamo visto all'interno dell'ufficio sindaco per le certamente si capisce la disperazione che pero' non puo' mai giustificare atti di violenza che hanno causato a delle persone dei danni fisici e che ora si trovano al pronto soccorso e la distruzione di computer e tavoli. Questo non puo' assolutamente essere giustificato in nessun modo, soprattutto in un ufficio dove le persone che ci lavorano svolgono ogni giorno con passione il loro difficile compito, cioe' aiutare i cittadini che hanno difficolta'''. Cosi' il sindaco di Roma Ignazio Marino, ha commentato l'episodio di violenza avvenuto in mattinata in Campidoglio. Marino dopo aver appreso la notizia ha visitato l'ufficio del sindaco per i rapporti con i cittadini. bet/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech