sabato 03 dicembre | 10:50
pubblicato il 08/nov/2013 12:48

Roma: integrazione ospedale-territorio, i progetti del 'Gemelli'

(ASCA) - Roma, 8 nov - Presa in carico del paziente dopo la dimissione dall'ospedale attraverso un piano di assistenza individuale. Una rete di servizi ospedale-territorio per proteggere gli anziani fragili. E ancora un network di telecomunicazioni per facilitare le valutazioni clinico assistenziali in un'ottica di continuita' assistenziale. Sono i tre elementi su cui il policlinico universitario Agostino Gemelli di Roma sta lavorando per centrare l'obiettivo dell'integrazione ospedale-territorio e realizzare una continuita' assistenziale in grado di rispondere, in maniera efficiente ed efficace, alla complessa gestione del passaggio dei pazienti dalle acuzie alla post-acuzie. E' quanto emerso in occasione del convegno nazionale 'Gli ospedali universitari e i processi di cambiamento del Servizio sanitario nazionale' all'auditorium del Gemelli.

''L'ospedale, inteso come singolo stabilimento, nel futuro non ci sara' piu'- ha spiegato Giorgio Casati, dirigente amministrativo del policlinico Gemelli- Non esistera' piu', cioe', l'ospedale inteso come luogo capace di affrontare e risolvere autonomamente, e in modo isolato, con le risorse professionali e tecnologiche delle quali dispone, problematiche di salute complesse. I servizi erogati nell'ambito di ciascun ospedale dovranno essere considerati parte di un sistema piu' complesso, basato sulla gestione di percorsi clinico-assistenziali nei quali la singola struttura operativa e' il nodo di una rete che affronta specifici problemi di salute''. Il primo elemento e' il piano di assistenza individuale che si rivolge in particolare ai soggetti fragili come i soggetti anziani 'complessi' portatori di piu' patologie e prevede che il paziente venga preso in carico in fase acuta (sia nei momento dell'arrivo al Pronto soccorso o di un previsto ricovero), e viene precocemente valutato, da figure infermieristiche dedicate, entro 24 ore dall'ammissione al ricovero, per identificarne il possibile fabbisogno assistenziale nella fase post-acuta di dimissione. Al termine della valutazione, anche in base alle necessarie verifiche di compatibilita', si procede alla definizione del piano di assistenza individuale, che contiene le caratteristiche del setting assistenziale (domiciliare, residenziale), l'eventuale redazione della documentazione necessaria per la richiesta di ausili e/o protesi e il programma di formazione-addestramento per i familiari e i care giver. Il secondo elemento e' quello dell'assistenza agli anziani fragili attraverso il progetto 'Codice argento'.

Il progetto consiste in una rete di servizi di collegamento tra ospedali e territorio coordinata da figure professionali specializzate (geriatra e case manager) per la valutazione della modalita' di intervento piu' adeguata a rispondere al bisogno di salute della persona che, giunta in Pronto soccorso, viene individuata al triage e gestita su un percorso dedicato, di immediata attivazione, per la definizione del setting assistenziale piu' appropriato. La tempestivita' della presa in carico e' il fattore decisivo poiche' evita al paziente lunghe attese, il conseguente peggioramento delle condizioni generali di salute e, in definitiva, il ricovero ospedaliero quando inappropriato. Il terzo elemento e' infine il network di telecomunicazioni che vede coinvolti paziente, medico di medicina generale e ospedale che prevede la possibilita' per i medici di famiglia di accedere alla cartella clinica digitale del proprio assitito e conoscere le modalita' di dimissioni e le informazioni cliniche rilevanti, facilitando la comunicazione e il confronto professionale tra medico del territorio e specialista ospedaliero e la presa in carico dei cittadini in un'ottica di continuita' assistenziale.

bet/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari