venerdì 09 dicembre | 12:32
pubblicato il 02/dic/2016 08:03

Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti

Sarebbe stato segregato per 4 giorni nello scantinato di un bar

Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti

Roma, 2 dic. (askanews) - I carabinieri di Anzio, sul litorale romano, hanno arrestato tre persone ed eseguito due misure cautelari dell'obbligo di dimora nei confronti di quattro uomini ed una donna, residenti a Nettuno, accusati di aver sequestrato e seviziato un 42enne romano, pretendendo da lui una somma di denaro derivante da un prestito, a tasso usuraio, di poche migliaia di euro.

Non riuscendo a pagare le rate di un prestito con tasso usuraio che gli era stato concesso, lo scorso ottobre l'uomo è stato prelevato dalla propria abitazione di Roma e condotto nello scantinato di un bar di Nettuno, dove sarebbe stato segregato per quattro giorni e costretto a subire pesanti violenze fisiche e verbali. Nel corso della prigionia, per indurlo alla restituzione del denaro, lo avrebbero quotidianamente percosso e picchiato ad opera di due sequestratori e, in più occasioni, anche da parte di un terzo uomo e di una donna straniera, ex convivente della vittima.

Accompagnato in una località sul litorale romano, dove avrebbe dovuto incontrarsi con un conoscente per ottenere altro denaro in prestito per onorare il debito con i suoi aguzzini, approfittando di un momento di distrazione dei due carcerieri l'uomo è riuscito a scappare, chiedendo poi aiuto al 112.

Le indagini dei carabinieri di Anzio, coordinate dalla Procura di Velletri, hanno permesso di raccogliere molteplici riscontri alla vicenda denunciata dalla vittima, tali da condurre il gip ad emettere l'ordinanza, oggi eseguita, con cui è stata disposta la custodia cautelare in carcere per C.A., 35enne con numerosi precedenti; gli arresti domiciliari per il fratello M.A., 22enne con precedenti, e per G.B., un 40enne incensurato, tutti e tre accusati di estorsione, usura, sequestro di persona e lesioni aggravate; con la sola accusa di lesioni sono stati invece sottoposti all'obbligo di dimora nel comune di Nettuno P.B., un 18enne incensurato e L.K., una donna di origini ucraine con precedenti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina