sabato 10 dicembre | 15:29
pubblicato il 02/lug/2013 09:31

Roma: Gdf sequestra 22 kg cocaina in aeroporto e arresta due latitanti

Roma: Gdf sequestra 22 kg cocaina in aeroporto e arresta due latitanti

(ASCA) - Roma, 2 lug - Controlli serrati della Guardia di Finanza all'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma: in pochi di giorni sono stati sequestrati oltre 22 kg di cocaina prima dell'immissione sul territorio nazionale e sono stati arrestati due pericolosi latitanti del narcotraffico internazionale.

Nello specifico - riferisce una nota della Gdf -, in collaborazione con il Servizio di vigilanza antifrode dell'agenzia delle Dogane, i finanzieri hanno arrestato tre 'corrieri' atterrati a Fiumicino perche' trovati in possesso di ingenti quantitativi di cocaina nascosti nei classici doppi fondi ricavati nelle pareti dei bagagli al seguito: se immessa sul mercato la droga sequestrata avrebbe fruttato oltre 5 milioni di euro. Si tratta di un cipriota e un ucraino, entrambi provenienti da San Paolo del Brasile, trovati in possesso, rispettivamente di oltre 15,5 Kg e di circa 2,5 Kg di sostanza stupefacente. In manette e' finita anche una donna, anche lei in arrivo da Fortaleza, in Brasile, con 4 kg di cocaina nascosti in valigia nonostante abbia dichiarato, al momento dei controlli, di essersi recata in Italia per ''motivi religiosi''.

I tre devono rispondere dell'accusa di traffico internazionale di stupefacenti e si trovano nel carcere di Civitavecchia, a disposizione dell'autorita' giudiziaria.

Parallelamente, negli stessi giorni, i finanzieri del Nucleo polizia tributaria di Roma hanno messo a segno un altro importante risultato nella lotta al narcotraffico, arrestando due pericolosi latitanti colpiti da mandato di arresto europeo sin dal 2009. Si tratta di Slates Vladimir (classe '73), piu' noto come ''l'olandese'', di passaporto belga ma di origine croata, e di suo fratello Boris, entrambi attivi nel traffico internazionale di sostanze stupefacenti. La brillante operazione - sottolinea il comunicato - e' frutto della collaborazione tra con il Centro di coordinamento alla lotta Anti Droga-Mediterraneo di Tolone (Francia), nell'ambito delle iniziative assunte dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma, in stretto contatto con la Direzione centrale per i Servizi antidroga del ministero dell'Interno.

Nel quadro di indagini gia' avviate i finanzieri avevano appurato che ''l'olandese'', godendo dell'appoggio di alcuni complici dislocati nei vari paesi, era solito spostarsi in mezza Europa per poi giungere a Roma, dove soggiornava utilizzando false generalita'. Incrociando i dati di centinaia di liste di volo dei passeggeri in arrivo agli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, le Fiamme Gialle hanno individuato, nel quartiere Prenestino, un appartamento abitato da un connazionale del latitante, al cui interno e' stato bloccato lo Slaets, tradito dall'aver istintivamente trasalito non appena i militari hanno pronunciato il suo nomignolo, ''Vlad''.

Dopo alcuni giorni, e' stato arrestato l'altro ricercato, sorpreso al carcere di Regina Coeli di Roma mentre era in visita al fratello detenuto. com-stt/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina