venerdì 09 dicembre | 04:55
pubblicato il 15/feb/2012 12:01

Roma, Gdf scopre frode all'Iva da oltre 200 milioni

Vendita di prodotti elettronici tramite società romena

Roma, Gdf scopre frode all'Iva da oltre 200 milioni

Roma, (askanews) - Una frode all'Iva superiore ai 200 milioni di euro, tramite la vendita di prodotti elettronici, soprattutto telefoni cellulari. A scoprirla i finanzieri del comando provinciale di Roma: la banda, composta da persone residenti a Roma e Napoli, ha operato dal 2007 al 2011, tramite una società romena, costituita per favorire l'evasione fiscale. I finanzieri hanno scoperto circa cento ditte, che operavano in tutta Italia, formali clienti della società romena, che hanno comprato beni senza Iva anche da altri fornitori per circa 1,2 miliardi, per poi rivenderli a prezzi concorrenziali ai beneficiari della frode. Sono 90 le persone denunciate per reati tributari e frode fiscale, circa 150 le perquisizioni eseguite in tutta Italia. L'operazione "Transilvania romana" è stata diretta e coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma. Le indagini proseguono per individuare tutte le imprese beneficiarie della frode.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni