martedì 21 febbraio | 15:51
pubblicato il 16/gen/2014 09:25

Roma: GdF, 37 persone indagate per truffa ai danni dell'Inps

Roma: GdF, 37 persone indagate per truffa ai danni dell'Inps

(ASCA) - Roma, 16 gen 2014 - I finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo per equivalente su conti correnti e possidenze patrimoniali nei confronti di 37 persone (incluso un dipendente infedele) indagate, a vario titolo, con le ipotesi di truffa aggravata, falso ed accesso abusivo a sistema informatico.

Le indagini, condotte dal Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, innescate da una denuncia dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (Inps), hanno permesso di bloccare una truffa commessa ai danni della stessa Inps fin dal 2006, e che avrebbe portato ad una indebita erogazione di prestazioni di invalidita' civile ed emolumenti non spettanti per oltre 1,6 milioni di euro. Il tutto, secondo i militari della Guardia di Finanza, organizzato da un dipendente della filiale Inps di Roma-Casilino che predisponeva false posizioni previdenziali per amici e parenti (in tutto 36). Successivamente veniva ''ricompensato'' attraverso la restituzione di almeno il 50% delle somme indebitamente incassate.

Il sistema di frode prevedeva l'abusivo utilizzo della procedura informatizzata denominata ''pagamenti vari'', normalmente adottata dalle filiali dell'Ente previdenziale in maniera residuale, per fronteggiare quelle tipologie di pagamenti per le quali, in assenza di un software gestionale ad hoc, viene consentita la liquidazione di arretrati di ogni genere, pagamenti non riscossi, conguagli e ratei. Il presunto pubblico dipendente infedele risulta aver emesso ben 290 indebiti mandati di pagamento che hanno generato erogazioni non spettanti, tramite bonifici, in favore di 36 soggetti non titolari di posizione di invalidita' civile o, comunque, non legittimati a riceverli, utilizzando false causali di pagamento che ne giustificavano l'erogazione. Alla percezione dell'indebito seguiva la spartizione dell'illecito profitto con i concorrenti nella frode. Tra i denunciati alla Procura della Repubblica di Roma, che ha coordinato le indagini, familiari e ''baby pensionati'' che all'epoca dei fatti avevano ''un'eta' compresa tra i venti ed i trenta anni''.

Tra i beni sequestrati, su disposizione del locale Tribunale, oltre alle disponibilita' bancarie, vi sono una decina tra terreni e appartamenti, per un ammontare complessivo di 1.625.000 euro, valore corrispondente a quanto illecitamente sottratto, nel tempo, dalle casse dell'Inps. red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia