domenica 04 dicembre | 05:27
pubblicato il 04/apr/2012 17:23

Roma, fallisce la sua azienda: imprenditore si suicida in casa

Lettera ai familiari, si è sparato con un colpo di fucile

Roma, fallisce la sua azienda: imprenditore si suicida in casa

Roma, 4 apr. (askanews) - Si è ucciso in casa, sparandosi un colpo di fucile in pancia. Ai familiari ha lasciato una lettera in cui chiedeva scusa e spiegato che la sua ditta era fallita. E' finita così la storia di un imprenditore di 59 anni, titolare di una ditta di costruzioni e di lavorazione dell'alluminio. Il fatto è avvenuto in un appartamento all'interno di uno stabile di via del Cottanello, nella zona est della Capitale, tra Pietralata e Tiburtina. Gli agenti del commissariato Sant'Ippolito che sono intervenuti hanno ricostruito la vicenda. L'azienda del manager, a causa della crisi, era sulla strada del fallimento e aveva messo in cassa integrazione tutti gli addetti. Il corpo dell'uomo è stato scoperto dal figlio, che ha dato l'allarme.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari