giovedì 23 febbraio | 10:40
pubblicato il 18/gen/2012 12:12

Roma, fallimenti pilotati: arrestati diversi imprenditori

Danni per 55 milioni di euro, coinvolti 200 agenti

Roma, fallimenti pilotati: arrestati diversi imprenditori

Roma, (askanews) - Avevano messo in piedi un'associazione criminale specializzata in fallimenti aziendali pilotati. A scoprire il giro d'affari illegale è stata la Guardia di Finanza della capitale che ha eseguito una serie di arresti di imprenditori e professionisti, oltre al sequestro di beni e aziende. L'operazione, che ha coinvolto oltre 200 uomini delle forze dell'ordine, ha svelato l'esistenza di un gruppo che sistemicamente si dedicava alla bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, oltre a non pagare le tasse, per un danno di 50 milioni di euro distratti dalle casse delle società condotte al fallimento ed di oltre 5 i milioni di euro sottratti all'Erario. Tra le società sequestrate la ADM 2011 SRL proprietaria del marchio "DIUNAMAI", azienda leader nel settore dello shopping on line di prodotti hi-tech, e la società PASTARITO SRL.

Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech