domenica 04 dicembre | 03:40
pubblicato il 22/dic/2011 12:49

Roma, donna muore in un casolare abbandonato: esalazioni letali

Sotto accusa il gruppo elettrogeno che serviva a scaldarsi

Roma, donna muore in un casolare abbandonato: esalazioni letali

Roma (askanews) - Tragedia in un casolare abbandonato in via di Rocca Cencia, in zona Casilino, a Roma: una donna di 35 anni di nazionalità romena è morta nella notte a causa delle esalazioni di monossido di carbonio. Sotto accusa il generatore di corrente a gasolio che la donna e il compagno, che si è salvato ed è ricoverato in ospedale, utilizzavano per scaldarsi dal freddo. Sul posto sono intervenuti il 118 e le volanti del 113, la polizia scientifica si è occupata dei rilievi. La donna, caricata in ambulanza, è morta durante il trasporto al Policlinico Tor Vergata, l'uomo è ricoverato in codice rosso ma non è in pericolo di vita. Gli agenti hanno ispezionato la stanza del casale che serviva da riparo di fortuna ai due, e dove si sarebbero sprigionate le esalazioni che hanno ucciso la donna, nonchè l'impianto che forniva l'elettricità al casolare.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari