venerdì 24 febbraio | 01:22
pubblicato il 17/dic/2011 12:29

Roma, danneggiano con esplosivo sede di una banca: un arresto

E una denuncia, i responsabili arrestati in poche ore dalla Digos

Roma, danneggiano con esplosivo sede di una banca: un arresto

Roma, 17 dic. (askanews) - Sono un 23enne ed una 24enne i due autori del danneggiamento provocato con dell'esplosivo la scorsa notte presso la sede di un istituto bancario di piazza Alberone, a Roma. Lui ha dichiarato agli investigatori di aver agito "per risentimento personale" nei confronti della banca. L'episodio è avvenuto intorno alle 2.50 di notte, quando un ordigno esplosivo composto da più petardi di elevato potenziale, applicati alla vetrina dell'agenzia bancaria, ne hanno provocato il danneggiamento, mandando in frantumi il vetro blindato. A chiudere il cerchio investigativo sul caso in poche ore gli uomini della Digos della Questura di Roma, diretti da Lamberto Giannini, insieme con un equipaggio del Commissariato Torpignattara, con il quale sono stati effettuati i primi rilievi. Sulla base delle indicazioni raccolte da alcuni residenti, richiamati dal boato provocato dall'esplosione, ed i primi riscontri dei rilievi effettuati dalla scientifica e dagli artificieri, gli investigatori hanno orientato le indagini su un auto che era stata notata allontanarsi subito dopo l'accaduto. Auto rintracciata in zona dagli stessi agenti del commissariato Torpignattara, attraverso la quale la Digos è risalita al 24enne, a carico del quale da un primo controllo sono emersi precedenti di polizia per furto, resistenza e oltraggio. Nel corso della perquisizione domiciliare sono stati trovati e sequestrati 10 petardi ad elevato potenziale, di cui 8 di IV categoria contenenti 30 grammi di sostanza esplodente, oltre a un chilo di marijuana. Per lui gli agenti della Digos hanno fatto quindi scattare l'arresto per il danneggiamento aggravato della filiale bancaria provocato con un ordigno esplosivo: il giovane si trova ora nel carcere di Regina Coeli. Nelle ore successive è stata identificata anche la ragazza in compagnia del 23enne. Si tratta di una 24enne, denunciata in stato di libertà. Per la giovane la perquisizione ha dato esito negativo, mentre presso la sua abitazione è stata rinvenuta documentazione relativa alla sinistra antagonista e ai Carc. Sono in corso ulteriori riscontri, seguiti dal procuratore aggiunto Pietro Saviotti, coordinatore del pool antiterrorismo della Procura della Repubblica di Roma.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech