domenica 04 dicembre | 20:03
pubblicato il 05/apr/2013 17:37

Roma: Corte d'appello, Comune puo' costituirsi contro prete pedofilo

(ASCA) - Roma, 5 apr - La Corte d'appello penale di Roma ha riconosciuto il diritto dell'amministrazione di Roma capitale a gestire in sede processuale la costituzione di parte civile nei confronti di un prete imputato di reati sessuali contro minori. Roma capitale - sottolinea una nota - si riappropria, quindi, dell'azione gia' fatta valere in primo grado dal cittadino elettore, nonche' ex consigliere comunale, Mario Staderini dei Radicali, che e' stato conseguentemente estromesso dal processo. La Corte d'appello riafferma il principio secondo cui, in qualsiasi stato e grado del processo, il comune non perde la capacita' giuridica e processuale, anche in caso di azioni popolari.

L'Amministrazione di Roma Capitale, da ultimo, intende ringraziare l'attivita' processuale di supplenza svolta in primo grado da Mario Staderini. com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari