sabato 21 gennaio | 22:40
pubblicato il 05/apr/2013 17:37

Roma: Corte d'appello, Comune puo' costituirsi contro prete pedofilo

(ASCA) - Roma, 5 apr - La Corte d'appello penale di Roma ha riconosciuto il diritto dell'amministrazione di Roma capitale a gestire in sede processuale la costituzione di parte civile nei confronti di un prete imputato di reati sessuali contro minori. Roma capitale - sottolinea una nota - si riappropria, quindi, dell'azione gia' fatta valere in primo grado dal cittadino elettore, nonche' ex consigliere comunale, Mario Staderini dei Radicali, che e' stato conseguentemente estromesso dal processo. La Corte d'appello riafferma il principio secondo cui, in qualsiasi stato e grado del processo, il comune non perde la capacita' giuridica e processuale, anche in caso di azioni popolari.

L'Amministrazione di Roma Capitale, da ultimo, intende ringraziare l'attivita' processuale di supplenza svolta in primo grado da Mario Staderini. com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4