martedì 28 febbraio | 06:33
pubblicato il 05/apr/2013 17:37

Roma: Corte d'appello, Comune puo' costituirsi contro prete pedofilo

(ASCA) - Roma, 5 apr - La Corte d'appello penale di Roma ha riconosciuto il diritto dell'amministrazione di Roma capitale a gestire in sede processuale la costituzione di parte civile nei confronti di un prete imputato di reati sessuali contro minori. Roma capitale - sottolinea una nota - si riappropria, quindi, dell'azione gia' fatta valere in primo grado dal cittadino elettore, nonche' ex consigliere comunale, Mario Staderini dei Radicali, che e' stato conseguentemente estromesso dal processo. La Corte d'appello riafferma il principio secondo cui, in qualsiasi stato e grado del processo, il comune non perde la capacita' giuridica e processuale, anche in caso di azioni popolari.

L'Amministrazione di Roma Capitale, da ultimo, intende ringraziare l'attivita' processuale di supplenza svolta in primo grado da Mario Staderini. com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech