sabato 10 dicembre | 12:17
pubblicato il 06/feb/2012 13:16

Roma, cadavere carbonizzato in un campo: tre fermi

Dietro all'omicidio un regolamento di conti per droga

Roma, cadavere carbonizzato in un campo: tre fermi

Roma (askanews) - Ci sarebbe un regolamento di conti per droga dietro all'omicidio di Salvatore Polcino, il 52enne trovato morto lo scorso 27 gennaio nelle campagne romane. Il suo cadavere carbonizzato è stato trovato in una buca in un campo nella periferia romana, in zona Divino Amore. Ad ucciderlo una scarica di colpi di pistola. Per il suo omicidio ora ci sono 3 fermi, un 21enne di Ardea, alle porte della Capitale e e due pluripregiudicati originari di Calabria e Sicilia ma residenti sul litorale romano. I tre sono stati trasferiti nel carcere di Regina Coeli e di Velletri.Secondo gli inquirenti sul loro conto sono emersi gravi elementi di responsabilità per ora non meglio specificati. Durante le indagini sono state anche rivenute numerose armi da fuoco usate dai fermati, in particolare due pistole e quattro fucili.

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina