martedì 21 febbraio | 00:36
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Roma, bloccato uomo che minacciava darsi fuoco:7mila euro debiti

Ha avuto colloquio con funzionario Ag. Entrate poi ha desistito

Roma, 30 nov. (askanews) - A Roma è rientrato l'allarme per l'uomo che voleva darsi fuoco davanti una sede dell'Agenzia delle Entrate in zona Aurelio. Si trattava di un pensionato di 60 anni, romano, che aveva ricevuto una cartella esattoriale di 7mila euro, dei quali 2mila di more. L'uomo voleva pagarne solo 5mila, more escluse, e dopo essersi cosparso di alcol ha minacciato di darsi fuoco con un accendino se non fosse stata accolta la sua richiesta. I carabinieri intervenuti sono riusciti a tranquillizzarlo e i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate a togliergli la bottiglia di alcol che aveva in mano. Il pensionato è stato quindi messo in contatto con un funzionario dell'Agenzia, ha avuto un colloquio evidentemente costruttivo visto che poi ha consegnato l'accendino ai carabinieri e ha desistito dal gesto. I sanitari del 118 lo stanno sottoponendo a una visita psichiatrica con 118 per valutare un trattamento sanitario.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia