venerdì 02 dicembre | 21:37
pubblicato il 08/ott/2011 11:29

Roma, assolti 54 tassisti accusati di aver mentito per la licenza

Per il giudice il fatto non sussiste o non costituisce reato

Roma, assolti 54 tassisti accusati di aver mentito per la licenza

Sono cadute le accuse nei confronti dei 54 tassisti romani accusati a vario titolo di falso ideologico in relazioni alle dichiarazioni rese al momento di richiedere la licenza per le auto pubbliche. Il giudice del tribunale di Roma Maria Cristina Muccari, accogliendo le richieste del pm Letizia Taverna, ha assolto, perché il fatto non sussiste, quegli imputati accusati di non aver detto il vero nelle domande presentate su richiesta del Comune di Roma e, con la formula perché il fatto non costituisce reato, gli altri le cui dichiarazioni al fine di ottenere la licenza erano state fatte alla Camera di Commercio. "Abbiamo sofferto tanto, troppo, per questa storia - hanno commentato i tassiti - e non avevamo fatto nulla".

Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari