sabato 03 dicembre | 08:43
pubblicato il 24/feb/2014 17:26

Roma: Anec e Agis Lazio in commissione capitolina Politiche Comunitarie

(ASCA) - Roma 24 feb 2014 - La Commissione Capitolina Speciale Politiche Comunitarie, presieduta da Mino Dinoi, ha ascoltato oggi le proposte degli operatori del cinema e dello spettacolo dal vivo romani, rappresentati dal Presidente Anec Lazio Giorgio Ferrero, dal Presidente Agis Lazio Massimo Monaci, dal Segretario Generale Anec Agis Lazio Massimo Arcangeli e da operatori della Danza, della Musica, della Prosa, dei Teatri e degli Artisti di Strada con la Fnas. Si e' trattato di un confronto aperto e costruttivo sui temi della prossima programmazione dei fondi europei 2014-2020, sulle possibilita' di sviluppo che si possono aprire per i numerosi soggetti e le imprese dello spettacolo presenti sul territorio, puntando sul ruolo e il valore che la ''Cultura' dovra' avere in questo ambito. L'incontro ha favorito la conoscenza di possibilita' concrete operative ai fini della formulazione di progetti di interesse europeo per Roma Capitale, nell' ambito di un fruttuoso rapporto con La Commissione Capitolina preposta.

La reintroduzione del tema cultura nella discussione europea, sia per quanto riguarda i programmi a gestione diretta che quelli a gestione indiretta e' un segnale inequivocabile del riconoscimento del ruolo che il settore culturale puo' e deve svolgere per lo sviluppo europeo, anche in termini economici e occupazionali. Per questo le imprese di spettacolo chiedono alle Istituzioni locali di impegnarsi affinche' non si perda questa importante occasione. Il Presidente Agis Lazio Massimo Monaci e il Presidente Anec Lazio Giorgio Ferrero auspicano che ''i temi della Cultura e della creativita' siano introdotti in tutti gli aspetti dei nuovi programmi operativi che verranno discussi e messi a punto nei prossimi mesi a livello regionale e locale. In tal senso accogliamo con grande considerazione la disponibilita' e l'attenzione che il Presidente della Commissione Mino Dinoi ha dimostrato verso le nostre istanze. Speriamo che questa importante occasione di crescita e sviluppo sia sfruttata al meglio, le Citta' Metropolitane sono espressamente menzionate nei programmi europei e a loro verra' dedicato il 5% dello stanziamento totale previsto dalla Ue. Quindi, ci aspettiamo che Roma Capitale diventi soggetto attivo di questa nuova programmazione''. Il Presidente della commissione speciale Politiche Comunitarie di Roma Capitale Mino Dinoi ha spiegato che ''nella fase iniziale della pubblicazione dei bandi per l'ottenimento dei fondi europei 2014-2020 Roma non puo' farsi cogliere impreparata: per questo motivo, abbiamo avviato un dialogo con tutte le categorie e gli attori istituzionali alfine di creare una programmazione di sintesi, unica risorsa efficace per essere pronti a questo importantissimo appuntamento con l'avvio della programmazione europea. In un momento di crisi e stallo e' importante avviare una progettazione di sintesi che possa garantire, da un lato l'inizio di una fase nuova e proiettata verso il futuro e dall'altro permetta di non sprecare occasioni di sviluppo che altrimenti non verrebbero garantite''. bet/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari