mercoledì 18 gennaio | 02:44
pubblicato il 27/mag/2013 10:27

Roma: aggredi' connazionale con motosega, in manette romeno

(ASCA) - Roma, 27 mag - Circa un anno fa aveva aggredito per futili motivi un suo connazionale in via Nanchino. Lo aveva prima colpito al volto con un pugno e poi, quando la vittima aveva ripreso i sensi e aveva minacciato di chiamare la Polizia, aveva imbracciato una motosega e lo aveva ferito gravemente alle braccia. Era poi fuggito, ma era stato rintracciato dai poliziotti poco dopo in un alloggio di fortuna nelle vicinanze del luogo dell'aggressione. In quella circostanza era stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto di tentato omicidio. Il suo connazionale soccorso prima dagli agenti, era stato poi affidato alle cure dei sanitari avendo riportato delle gravi ferite agli arti superiori. In seguito al processo, l'aggressore, di nazionalita' romena, era stato condannato per il reato di tentato omicidio ed ha scontato circa un anno di carcere tornando poi in liberta' ed essendo sottoposto all'obbligo di firma presso gli uffici di Polizia.

Quando qualche giorno fa i poliziotti hanno effettuato degli accertamenti ulteriori sulla sua posizione e' emerso nella banca dati delle forze dell'ordine anche un mandato di arresto europeo per il reato di lesioni personali gravi. Da quanto emerso infatti l'uomo poco tempo prima, al culmine di una lite con un suo connazionale in Romania lo avrebbe aggredito e ferito con un coltello provocandogli anche in questo caso delle gravi lesioni. A conclusione del processo nel suo paese, riconosciuto colpevole, e' stato condannato a 9 anni di reclusione.

Nella giornata di ieri quindi i poliziotti del Commissariato Tuscolano gli hanno notificato il provvedimento di cattura e lo hanno accompagnato presso la casa Circondariale di Regina Coeli.

Altro arresto sabato scorso in via Monte Cervialto dagli Agenti del Reparto Volanti durante un normale controllo.

Quando i poliziotti hanno identificato il giovane N.C.C., romeno di 22 anni, hanno scoperto che a suo carico risultava da notificare un ordine di carcerazione per l'esecuzione di una pena di 7 mesi e 26 giorni, emesso dal Tribunale per i Minorenni nel febbraio dell'anno a seguito di condanna per aver commesso alcuni furti quando era ancora minorenne.

Il giovane e' stato accompagnato presso la casa circondariale di Rebibbia.

com-mpd/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa