mercoledì 07 dicembre | 19:58
pubblicato il 13/nov/2014 18:06

Roma, a Piazza SS Apostoli rimozione macchina per manifestazione

150 euro tra multa e rimozione, segnaletica quasi inesistente

Roma, a Piazza SS Apostoli rimozione macchina per manifestazione

Roma, 13 nov. (askanews) - Una signora arriva a Piazza Santi Apostoli fuori dai gangheri, chiedendo ai vigili e agli addetti alla rimozione perché abbiano rimosso la sua auto senza preavviso, incredula di fronte a tanta rapidità. Questa mattina non c'era un cartello o una transenna che indicasse il "divieto di fermata" a causa di una nuova - ennesima - manifestazione nella centralissima piazza romana. Quella della signora è una delle 50 auto che il "Servizio rimozione veicoli" del comune di Roma ha portato in deposito. Oltre ai costi della rimozione, c'è anche la sanzione, per, appunto, "divieto di fermata", per un totale di 150 euro circa, senza contare le eventuali spese di taxi per recuperare il mezzo.

Il "blitz" era stato annunciato con qualche sparuto "cartello", fatto con semplici fogli A4, appiccicati su dei segnali mobili di divieto di sosta o su delle transenne, oltre a dei nastri gialli che non sempre vengono allestiti in modo completo. Un papà arriva sulla piazza e disperato denuncia: "Io adesso devo andare a prendere i bambini all'asilo, capite il disagio. Per una cosa che, ammesso e non concesso che fosse segnalata, è segnalata con un microcartello tutto strappato" E aggiunge: "Questa mattina non c'era".

Nel centro di Roma i normali cittadini si trovano spesso di fronte a ciò che viene da alcuni definito un "abuso" delle forze dell'ordine, come ha raccontato un portiere della zona: "Sono 12 anni che sono qui, ormai sono cinque anni che questa piazza è così, la norma è questa: l'abuso, per me ormai è un abuso di norma".

Alla fine sulla piazza sono rimasti parcheggiati i motorini - anche sui marciapiedi, perché a Roma si sa la tolleranza per questo mezzo alle volte resiste - e una quindicina di auto con il permesso per disabili, che sembrano un po' troppo numerosi, verrebbe da pensare, ma per fortuna non possono essere rimossi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni