martedì 17 gennaio | 12:17
pubblicato il 22/gen/2013 15:19

Rom: Ass. 21 luglio, ecco come cambiare a Roma politiche sociali

(ASCA) - Roma, 22 gen - Sei punti per cambiare politiche sociali a Roma in tema di politiche sociali sul difficile tema dei Rom. Punti presentati stamane a Roma, presso la Federazione Nazionale della Stampa Italiana, dall'Associazione 21 luglio con il documento ''Agenda Rom e Sinti. Dall'ossessione securitaria alla solidarieta' responsabile: 6 punti per voltare pagina a Roma''.

Negli ultimi 20 anni la cosiddetta ''questione nomadi'', ha ricordato l'associazione di volontariato, e' stata affrontata dagli amministratori di Roma con soluzioni ''spesso identiche e quasi sempre fallimentari, fondate su approcci di natura emergenziale e utili solo ad un consenso immediato e propagandistico''. Le tre passate amministrazioni, con i rispettivi Piani Nomadi, si e' ricordato ancora, ''hanno clamorosamente fallito'', spendendo in 18 anni per i circa 2.500-3.000 rom presenti nei ''villaggi attrezzati'' una cifra stimata pari a 120 milioni di euro. Questo significa che, per il bambino rom nato a Roma nel 1995, oggi maggiorenne, che vive in un container di un ''campo'', senza alcun titolo di studio spendibile in ambito lavorativo, il Comune di Roma ha gia' investito e speso dalla nascita 45 mila euro.

L'Agenda Rom e Sinti, presentata dall'Associazione 21 luglio, nasce per offrire ai futuri amministratori comunali uno strumento concreto per orientare un forte e deciso segno di discontinuita' con il passato. Un segno di discontinuita' che oggi puo' venire solo dall'alto, per decisione di chi sara' chiamato a gestire la citta' di Roma nei prossimi 5 anni.

Il nucleo centrale dell'Agenda Rom e Sinti e' il riconoscimento del diritto all'alloggio adeguato che vada ''oltre'' il ''campo'' e la metodologia proposta ha come punto centrale la cosiddetta ''presa in carico globale'', rivolta non solo alla singola azione progettuale, ma a tutte le problematiche di ciascun nucleo familiare rom che potrebbero interferire sull'attuazione di un progetto di inclusione e di autonomia.

Una ''cabina di regia'', totalmente indipendente, potra' disegnare una nuova politica rivolta alle comunita' rom e sinte della Capitale, che abbia come obiettivo primario l'inclusione sociale attraverso l'offerta alle singole famiglie rom di una pluralita' di percorsi e di progetti di soluzione abitativa. Un sistema di regolarizzazione degli ''apolidi di fatto'' dovra' accompagnarsi ad azioni di sensibilizzazione per il superamento di stereotipi e pregiudizi, unite alla riconversione lavorativa per gli operatori delle organizzazioni che prestano servizio all'interno degli attuali ''campi nomadi''. Secondo i firmatari dell'Agenda Rom e Sinti, e' possibile ipotizzare nell'arco temporale di 5 anni, attraverso il dialogo diretto e il coinvolgimento attivo dei singoli nuclei familiari rom, la chiusura degli 8 ''villaggi attrezzati'' presenti a Roma, cosi' come richiesto da tempo dagli organismi internazionali e dalle autorita' europee.

''Da oggi e fino alle elezioni comunali - ha dichiarato Carlo Stasolla, presidente dell'Associazione 21 luglio - porteremo l'Agenda Rom e Sinti a segreterie di partito e a candidati politici, di destra come di sinistra, per convincerli che e' vantaggioso fare politiche per la cittadinanza sociale per i rom, che e' possibile farle con loro, che le politiche sociali che aggrediscono la discriminazione possono portare riscontri positivi, anche in termini elettorali. L'Agenda Rom e Sinti vuole essere l'inizio di un percorso, all'interno del quale andranno trovate mediazioni e sintesi, nel rispetto dell'uso del denaro pubblico e nella salvaguardia dei diritti umani''.

Il documento e' stato sottoscritto da 40 intellettuali romani, dalla Federazione Rom e Sinti Insieme e dalla Federazione Romani', che rappresentano 44 associazioni rom e sinte.

red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cybercrime
Cybercrime, Giulio e Francesca Occhionero restano in carcere
Criminalità
Assalti ai bancomat in Veneto e Lombardia: 15 arresti
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ciberfisica, al via sviluppo tecnologie per affidabilità sistemi
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate