giovedì 19 gennaio | 18:18
pubblicato il 20/giu/2013 16:19

Rifugiati: nel 2012 costretta a fuggire una persona ogni 4,1 secondi

(ASCA) - Roma, 20 giu - Nel 2012 una persona e' diventata rifugiato nel mondo ogni 4,1 secondi, raggiungendo i livelli piu' alti degli ultimi 18 anni: se alla fine del 2011 le persone coinvolte in tali situazioni nel pianeta erano 42,5 milioni, un anno dopo erano ben 45,1 milioni. Di queste, 15,4 milioni erano i rifiugiati, 937mila i richiedenti asilo e 28,8 milioni gli sfollati, coloro cioe' costretti ad abbandonare le loro abitazioni, ma rimasti all'interno del proprio paese. E sono, peraltro, i paesi piu' poveri quelli che accolgono il maggior numero di rifugiati.

Lo attesta l'ultimo rapporto 'Global Trends' sulle tendenze a livello globale in materia di spostamenti forzati della popolazione, pubblicato dall'Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) nell'odierna Giornata mondiale del rifugiato. A Roma la ricorrenza ha visto la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Camera, Laura Boldrini, del ministro per l'Integrazione, Cecile Kyenge, e del Delegato Unhcr per il Sud Europa, Laurens Jolles.

Una delle tendenze ''preoccupanti'' evidenziate dal rapporto e' proprio ''la rapidita''' con cui le persone sono costrette a spostarsi. Durante il 2012, infatti, 7,6 milioni di persone sono state costrette alla fuga, delle quali 1,1 milioni hanno cercato rifiugio all'estero e 6,5 milioni sono rimaste sfollate all'interno del proprio paese. E'questo il dato che consente di affermare che ogni 4,1 secondi una persona nel mondo diventa rifugiato o sfollato.

D'altra parte lo scorso anno sono state 526mila le persone uscite dalla condizione di rifugiato e 2,1 milioni quanti hanno smesso di essere sfollati. Anche per questa c Parallelamente il rapporto Unhcr evidenzia come, complessivamente, i paesi in via di sviluppo ospitano l'81% dei rifugiati di tutto il mondo, in netto aumento rispetto al 70% di un decennio fa: la meta' dei 10, 5 milioni di rifiugiati che rientrano nel mandato di Unhacr (i quasi 5 milioni di rifugiati palestinesi ricadono, invece, nella competenza dell'altra agenzia Onu, Unrwa) sono accolti in Paesi che hanno un reddito pro capite annuo inferiore a 5mila dollari Usa.

stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Campidoglio
Raggi: la Giunta capitolina approva emendamento a Bilancio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale