sabato 21 gennaio | 12:00
pubblicato il 11/feb/2015 17:38

Riforme, D'Alia: troppe piccole regioni, vanno accorpate

Intervista al presidente Comm. parlamentare Questioni regionali

Riforme, D'Alia: troppe piccole regioni, vanno accorpate

Roma (askanews) - "L'Italia ha troppe Regioni piccole che non sono nella condizione di fare sistema", per questo "sono favorevole a rivedere il sistema di organizzazione territoriale delle Regioni". A spiegarlo, in una intervista negli studi di askanews, il presidente della Commissione parlamentare per le Questioni Regionali, Gianpiero D'Alia, che commenta così la proposta di dar vita alle macroregioni.

"Penso che l'idea di accorpare o costruire delle macroregioni sia giusta, anche alla luce della riscrittura della funzioni che lo Stato, le Regioni e il sistema delle autonomie locali dovranno avere" ha spiegato D'Alia, sottolineando che "questo tema riguarda anche il rapporto tra lo Stato, le Regioni e il nuovo sistema delle autonomie locali senza le Province e del nuovo ruolo delle città metropolitane".

In sostanza, ha spiegato il presidente della Commissione bicamerale, "si tratta di riscrivere il sistema complessivo della governance dei nostri territori, in modo che sia moderno, efficiente e che ci permetta di semplificare la vita ai cittadini e alle imprese nei rapporti con la Pubblica amministrazione".

D'Alia ha anche affrontato la questione delle tensioni sulle riforme.

"Bisogna andare avanti in Parlamento

per approvare la riforma costituzionale e la legge elettorale" ha spiegato, ricordando che "queste riforme erano partite

col piede giusto perchè a differenza dei tentativi che erano

stati fatti in precedenza, si è trattato di riforme che sono

state condivise con le altre forze politiche e non solo con

quelle di maggioranza". Questo, secondo l'esponente di Area

Popolare, "è il metodo corretto perchè se devi riscrivere le

regole del gioco lo devi fare con tutti e non solo con chi sta al Governo. Questo piede giusto oggi trova grandi difficoltà. Noi ci auguriamo - ha aggiunto D'Alia - che i colleghi di Forza Italia e degli altri gruppi parlamentari che non sostengono il Governo Renzi, possano continuare questo percorso di condivisione e di confronto, concentrandosi sul merito delle questioni e su come si possa modificare in meglio sia la riforma costituzionale, sia la legge elettorale".

Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4