martedì 21 febbraio | 00:16
pubblicato il 06/nov/2013 12:00

Rifiuti pericolosi abbandonati nel Casertano: nuovi sequestri

A Casagiove, anche fusti con scarti industriali ed eternit

Rifiuti pericolosi abbandonati nel Casertano: nuovi sequestri

Caserta, (askanews) - Due aree da 15mila e 400 metri quadrati, sulle quali erano stati scaricati illecitamente rifiuti speciali e pericolosi, sono state sequestrate dai carabinieri a fine ottobre nel territorio del comune Casagiove, nel casertano. In via San Leucio, in un'area già appartenente a una società sottoposta a cautela fallimentare, sono state ritrovate auto dismesse, 20 fusti metallici da 200 litri, alcuni dei quali contenenti materiale oleoso, scarti da lavorazione industriale, vari pneumatici, batterie di auto e diverse lastre di eternit.In località Mazzocca, invece, in un terreno di un privato, sono stati rinvenuti rifiuti speciali, come guaine plastiche in bitume, contenitori in metallo per solventi, parti di veicoli escarti di lavorazione edile e rifiuti solidi urbani. Si tratta di materiali altamente pericolosi per la salute ancora una volta abbandonati nella cosiddetta Terra dei Fuochi.

Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia