venerdì 24 febbraio | 20:38
pubblicato il 13/lug/2011 19:22

Rifiuti, Napoli come il Bronx: il degrado del Centro direzionale

In viaggio sotto i grattacieli, tra "munnezza" e disperazione

Rifiuti, Napoli come il Bronx: il degrado del Centro direzionale

Non è un sobborgo di periferia, non è la scenografia dell'ennesimo film sulla Napoli degradata e camorrista. solo la realtà di un giorno qualunque di metà luglio, così come si presentava a chi visitava il Centro direzionale del capoluogo partenopeo: sotto una Gomorra trasformata in discarica, sopra grattacieli e isole verdi della Napoli che conta, in cui vivono 4.500 persone. Tra queste Alessandro Gallo. Il Centro direzionale, ospita gli uffici più importanti della città, dal Tribunale alla Giunta regionale della Campania. Questi grattacieli sono il fiore all'occhiello della Napoli moderna, ma non per questo sono esenti dall'emergenza rifiuti. Una situazione che, tra caldo e inciviltà, rischia davvero di precipitare e gli abitanti, stanchi ed esasperati, lanciano una richiesta d'aiuto.

Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech