sabato 10 dicembre | 09:46
pubblicato il 13/lug/2011 19:22

Rifiuti, Napoli come il Bronx: il degrado del Centro direzionale

In viaggio sotto i grattacieli, tra "munnezza" e disperazione

Rifiuti, Napoli come il Bronx: il degrado del Centro direzionale

Non è un sobborgo di periferia, non è la scenografia dell'ennesimo film sulla Napoli degradata e camorrista. solo la realtà di un giorno qualunque di metà luglio, così come si presentava a chi visitava il Centro direzionale del capoluogo partenopeo: sotto una Gomorra trasformata in discarica, sopra grattacieli e isole verdi della Napoli che conta, in cui vivono 4.500 persone. Tra queste Alessandro Gallo. Il Centro direzionale, ospita gli uffici più importanti della città, dal Tribunale alla Giunta regionale della Campania. Questi grattacieli sono il fiore all'occhiello della Napoli moderna, ma non per questo sono esenti dall'emergenza rifiuti. Una situazione che, tra caldo e inciviltà, rischia davvero di precipitare e gli abitanti, stanchi ed esasperati, lanciano una richiesta d'aiuto.

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina