sabato 25 febbraio | 18:00
pubblicato il 12/mag/2011 09:49

Rifiuti Napoli, Caldoro: 90% responsabilità emergenza del Comune

"Governo e regione hanno fatto tutto il dovuto"

Rifiuti Napoli, Caldoro: 90% responsabilità emergenza del Comune

"Il governo e la Regione hanno fatto tutto il dovuto. Il 90% della responsabilità è del Comune di Napoli". Dopo le accuse del premier Silvio Berlusconi ai pm sull'emergenza rifiuti, arriva il giudizio netto sulle reponsabilità del governatore Stefano Caldoro. La Regione deve solo governare i flussi nei periodi di emergenza, ha spiegato Caldoro, ricordando che la nomina dei commissari straordinari è avvenuta da un mese e mezzo. "Ci sono comuni nel Napoletano - ha precisato - anche amministrati dal centrosinistra, che non hanno rifiuti in strada perchè hanno saputo risolvere la questione". Caldoro ha parlato anche del ruolo della magistratura. "Difficile pensare a una regia, ma sono intervenute tre Procure più la Dda e in un mese abbiamo avuto il sequestro parziale della discarica di Chiaiano, quello totale di Santarcangelo Tremonte e l'interdittiva antimafia a Savignano Irpino che ha prodotto la chiusura del sito". Tutte discariche che, ha detto il governatore campano, servono Napoli.

Gli articoli più letti
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech