giovedì 23 febbraio | 04:34
pubblicato il 14/lug/2011 12:50

Rifiuti/ Legambiente: Un Comune su 6 supera 60% di differenziata

Regioni Nord più virtuose ma brava anche Campania, tranne Napoli

Rifiuti/ Legambiente: Un Comune su 6 supera 60% di differenziata

Roma, 14 lug. (askanews) - L'Italia si appassiona alla differenziata e se anche quest'anno è il nord ad aggiudicarsi il podio per la gestione dei rifiuti, sono da menzionare anche le buone performance della Sardegna e della Campania, Napoli esclusa visto che è ancora alle prese con l'emergenza rifiuti. E, in complesso, un Comune italiano su 6 supera il 60% di raccolta differenziata. E' quanto emerge dal premio ai Comuni Ricicloni 2011 assegnato da Legambiente oggi a Roma: per il secondo anno consecutivo vince Ponte nelle Alpi, in provincia di Belluno, ma ben 1290 comuni vincono l'appellativo di "ricicloni 2011" per aver superato il 60% di raccolta differenziata, mentre ben 731 comuni si confermano "zoccolo duro" del concorso, comparendo da tre anni consecutivi nelle classifiche. Comuni ricicloni 2011 di Legambiente ha voluto premiare i comuni che avessero raggiunto già nel 2010 la quota che, per legge, è richiesta solo dal 2011 di almeno il 60% di raccolta differenziata (era del 50% lo scorso anno). Il risultato è stato positivo, considerando anche che se ai 1.289 comuni virtuosi si aggiungessero i 448 che hanno comunque superato il 50% di raccolta differenziata (richiesto dalla normativa per il 2010) si arriverebbe alla quota di almeno 1.738 comuni in regola con la legge dello stato. Assenti dalla classifica quest'anno le grandi città: Milano è ferma al 35% circa, come 15 anni fa. Ma il capoluogo lombardo ha avviato su 200 mila abitanti la raccolta dell'umido da cucina per verificare la qualità della raccolta e con il 98% di purezza del materiale, ottiene un ottimo risultato. Da segnalare Torino, che giunge a un buon 42%, ma nei quartieri dove ha attivato il servizio "porta a porta" ha superato il 60%. Bocciate Roma, dove la raccolta domiciliare col sistema misto continua a non funzionare e Napoli, ancora alle prese con l'emergenza e in attesa dell'estensione del porta a porta - prevista da settembre - messa in campo dalla nuova Giunta.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech