lunedì 05 dicembre | 18:27
pubblicato il 20/mag/2011 12:38

Rifiuti, Iervolino: differenziata lenta perché non c'erano soldi

Il sindaco uscente: pesano ignoranza e cattiva informazione

Rifiuti, Iervolino: differenziata lenta perché non c'erano soldi

La raccolta differenziata dei rifiuti a Napoli non è mai decollata perché mancavano i soldi. Lo sostiene Rosa Russo Iervolino, sindaco uscente della città partenopea, più volte indicata da Silvio Berlusconi in persona come principale responsabile dell'emergenza rifiuti nella città. "A pesare sull'intera vicenda - ha aggiunto la Iervolino - c'è stata anche l'ignoranza, la cattiva informazione e la non conoscenza da parte di tutti". Il primo cittadino ha ricordato che il percorso è iniziato anni fa e che dove è stata attivata la raccolta porta a porta, le percentuali sono altissime, con l'80% a Bagnoli e il 72% a Chiaiano. "Certo - ha concluso Iervolino - la differenziata non si è fatta ovunque, ma perché non avevamo i soldi". Nel frattempo, in vista del ballottaggio, il candidato del centrodestra Gianni Lettieri ha annunciato che intende affidare la pratica rifiuti all'ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari