martedì 28 febbraio | 09:37
pubblicato il 27/mag/2012 16:05

Rifiuti/ Clini: Rifiuti Roma vicini a un possibile punto critico

Non è in regola con Ue. Monte Carnevale possibile sito: è sicuro

Rifiuti/ Clini: Rifiuti Roma vicini a un possibile punto critico

Roma, 27 mag. (askanews) - "A Roma avrebbero dovuto decidere 15 ani fa: ora siamo arrivati ad un punto che potrebbe diventare critico. Sono convinto che nelle prossime settimane saremo in grado contemporaneamente di individuare il sito alternativo per la discarica temporanea e di far partire la raccolta differenziata che secondo le nostre valutazioni potrebbe raggiungere almeno il 50% nei prossimi 18 mesi. Questo sarebbe un passo molto importante". Lo ha detto il ministro dell'Ambiente Corrado Clini, parlando della situazione dei rifiuti nella Capitale dopo lo stop alla discarica a Corcolle. Se poi a questo aggiungiamo la possibilità di raccogliere la frazione umida dei rifiuti per trasformarla in compost - ha continuato - potremmo ridurre la quantità di rifiuti da portare in discarica del 75% rispetto ad oggi. Questo si può fare nell'arco dei prossimi 18-24 mesi. Spero che Roma resti una capitale europea e la gestione dei rifiuti è un indicatore", ha aggiunto Clini. "Penso - ha denunciato ancora il ministro- che Roma sia stata viziata dall'esistenza di una discarica molto capiente che sostanzialmente ha consentito di rimuovere la questione dei rifiuti per molti anni. Questo, però, non giustifica tutti coloro che dagli anni '80 non hanno assunto tutte le decisioni che dovevano essere assunte per allineare Roma alle direttive europee. Dal 1991 tre direttive europee indicano la strada per ridurre la quantità di rifiuti, aumentare la raccolta differenziata e aumentare il recupero di materia dei rifiuti. Questo a Roma non è avvenuto". Quanto alla ubicazione della nuova discarica capitolina, "il sito di Monte Carnevale - ha detto il ministro- è un sito sicuro perché è su ottanta metri di argilla ed è dotato di una barriera naturale molto consistente, ricordando che su Monte Carnevale "erano state sollevate delle obiezioni dal Ministero della Difesa. Ma "abbiamo verificato insieme - ha reso noto Clini- le condizioni che potrebbero rendere possibile in quel sito la realizzazione di una discarica" e "perciò anche quello potrebbe essere uno dei siti per la nuova discarica, anche se si potrebbero adottare delle soluzioni che forse avrebbero impatti minori". Per quanto riguarda Corcolle, ha continuato Clini, "il sito era stato indicato come idoneo dalla Regione e scelto tra sette siti segnalati come adatti per farci una discarica. Poi il Prefetto ha considerato questa una soluzione idonea, ma gli elementi negativi per quel sito già esistevano. Il rapporto dell'autorità bacino del fiume Tevere e il piano stralcio per la protezione, per esempio del sistema acquifero, è stato adottato con un decreto del Presidente del Consiglio Ministri nel 2009, quindi si conoscevano già da tre anni le controindicazioni per scegliere quel sito".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech