domenica 04 dicembre | 13:50
pubblicato il 11/lug/2013 14:20

Rifiuti: Cardinale Sepe, chi inquina fa peccato grave, si confessi

(ASCA) - Napoli, 11 lug - Che sia perpetrato sversando illegalmente rifiuti o bruciandoli in roghi tossici, inquinare e' un ''peccato grave''. ''I delinquenti che si macchiano di questo genere di crimini attentano alla vita, all'ambiente, a Dio. Sono peccatori e non dovrebbero fare la comunione prima di essersi pentiti ed essersi confessati''. Non poteva essere piu' duro il monito del Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, intervenuto oggi alla presentazione del 'Patto per la Terra dei fuochi' sottoscritto dal Ministero degli Interni, regione Campania, Anci, le amministrazioni provinciali e i comuni di Napoli e Caserta.

Sepe si rivolge poi a chiunque sia a conoscenza di reati contro l'ambiente, chiedendo esplicitamente che ''parli, denunci'', e farlo ''e' un vero obbligo morale, anche della Chiesa''. Proprio ieri la forestale ha scoperto rifiuti tossici sepolti sotto un campo coltivato nel comune di Caivano, nel napoletano.

dqu/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari