giovedì 23 febbraio | 17:14
pubblicato il 29/dic/2011 16:01

Rifiuti, a Napoli differenziata ancora lontana dagli obiettivi

Il vicesindaco, Tommaso Sodano: il 2012 sarà l'anno della svolta

Rifiuti, a Napoli differenziata ancora lontana dagli obiettivi

Napoli (askanews) - L'obiettivo del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris è raggiungere almeno il 70% di raccolta differenziata dei rifiuti entro la metà del 2012, puntando dritti dritti al target "rifiuti zero" nel 2020. Ad oggi, però, tutto questo è ancora un miraggio nonostante un netto incremento nella quota di spazzatura differenziata; un dato che, tuttavia, non scoraggia il vicesindaco Tommaso Sodano.In realtà il piano della raccolta differenziata a Napoli ha subito diversi ritardi e false partenze, rendendo vani i proclami elettorali di De Magistris che puntava ai 500mila cittadini serviti dalle differenziata entro la fine del 2011: il dato oggettivo è che siamo più o meno alla metà.Quel che è certo, però, almeno per ora, è che a fronte di una città vistosamente più pulita ci sono ancora tonnellate di spazzatura indifferenziata che finiscono negli impianti di tritovagliatura o partono per l'estero anziché essere riciclate o riutilizzate.

Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech