sabato 03 dicembre | 11:08
pubblicato il 12/apr/2014 11:58

Rientrata dall'Afghanistan brigata Aosta, la cerimonia a Palermo

Un altro passo verso riduzione della presenza militare italiana

Rientrata dall'Afghanistan brigata Aosta, la cerimonia a Palermo

Palermo, (askanews) - "Il momento più brutto è stata la prima uscita" racconta un militare, "l'occhio da mamma mi ha reso sicuramente più empatica su certi aspetti", spiega un'altra. Non manca la voglia di raccontare un'esperienza dura ma unica a questi militari rientrati dall'Afghanistan. C'è grande emozione alla Caserma "Ciro Scianna" di Palermo per la cerimonia di rientro della brigata "Aosta" al termine della missione Isaf. Il mandato dell'"Aosta" si è concluso a febbraio dopo un intenso periodo di operazioni finalizzate al trasferimento di responsabilità dell area di competenza alle forze di sicurezza afghane.Col rientro della brigata si è compiuto un altro passo verso la fase conclusiva della presenza italiana in Afghanistan che ha portato a una riduzione del contingente italiano di circa 1.000 unità e alla cessione di cinque distretti con le relative basi operative.

Gli articoli più letti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari