venerdì 20 gennaio | 13:46
pubblicato il 06/giu/2013 20:48

Ricerca: anche un italiano tra finalisti premio Else Kroner Fresenius

Ricerca: anche un italiano tra finalisti premio Else Kroner Fresenius

(ASCA) - Roma, 6 giu - Anche Alberto Mantovani, Consigliere SIICA, presidente di Fondazione Humanitas per la Ricerca e professore di Patologia Generale all'Universita' degli Studi di Milano, uno dei pionieri della ricerca immunologica, e' stato nella rosa dei finalisti per il premio Else Kroner Fresenius, pari a un milione di euro, organizzato dallo AAI, American Association Immunologists. Il suo e' stato un contributo importante per la ricerca mondiale, spartiacque per il rapporto tra infiammazione e cancro nei tumori.

''Si e' sempre considerato i macrofagi come cellule dell'ospite, di difesa dell'organismo - spiega Mantovani - che si insinuano nei tumori stessi. In realta' queste sono dei 'poliziotti corrotti': anziche' colpire le cellule tumorali aiutano la crescita delle stesse, promuovendo la formazione di nuovi vasi e di nuove vie di rifornimento. E aprendo la strada alle metastasi. Questo ha provocato un cambiamento di paradigma, e ha comportato nuove forme di ricerca''.

Il comitato di selezione ha, pero', considerato degno del prestigioso premio il lavoro di Ruslan Medzhitov, per i suoi contributi eccezionali alla comprensione dell'immunita' innata e dei suoi meccanismi molecolari, e per la sua proposta creativa di come sfruttare la sua ricerca per la cura di malattie infettive ed infiammatorie. Ruslan ha dimostrato che il riconoscimento immune innato e' essenziale per la stimolazione di immunita' adattativa ed ha sottolineato l'importanza del riconoscimento dei batteri simbiotici per il mantenimento della omeostasi fisiologica.

Alberto Mantovani sara' presente durante il 15* Convegno ICI, International Congress of Immunology, organizzato da SIICA, Societa' Italiana Immunologia Clinica e Allergologia, che si terra' a Milano dal 22 al 27 agosto 2013. Per l'occasione ''presenteremo dati nuovi su molecole nuove, relative all'immunita' innata. Queste molecole fanno riferimento ad una famiglia di antenati degli anticorpi, che noi abbiamo scoperto, e che si candidano come nuovi strumenti diagnostici e terapeutici. Si chiamano pentrassine''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Campidoglio
Raggi: la Giunta capitolina approva emendamento a Bilancio
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Valanga su hotel, recuperata un'altra vittima. Bilancio 2 morti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Our Place in Space, in mostra l'Universo nelle immagini di Hubble
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale