domenica 11 dicembre | 09:21
pubblicato il 20/ott/2014 17:55

Renzi: non caccio dissidenti Pd, ma su fiducia servono regole

"Non siamo comitato elettorale, ma nemmeno club anarchico"

Renzi: non caccio dissidenti Pd, ma su fiducia servono regole

Roma (Askanews) - Il Pd non espellerà chi dissente, ma sul voto di fiducia bisogna darsi delle regole. Lo ha detto Matteo Renzi parlando alla direzione del partito: "Non possiamo diventare né un comitato elettorale, né un club di anarchici e di filosofi". "Credo che dobbiamo darci regole condivise - precisa - penso si debba lasciare ai gruppi la libertà di esprimere voti di coscienza non solo su materie eticamente sensibili: rispetto chi sulla riforma costituzionale ha fatto una battaglia trasparente diversa dalla nostra. Nessuno espellerà un senatore che ha fatto una battaglia seria sulla riforma costituzionale". Al tempo stesso "penso che dovremo darci una regola sul voto di fiducia, in prospettiva dico. Se c'è un voto di fiducia dobbiamo decidere qual è il punto oltre il quale una comunità sta o non sta. E' una discussione che va tenuta aperta".

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina