lunedì 27 febbraio | 15:27
pubblicato il 11/gen/2013 10:55

Reggio C./Comune: Unc, Tarsu aumentata del 60% e canone acqua del 130%

(ASCA) - Reggio Calabria, 11 gen - ''In difficolta' le famiglie reggine a seguito dell'invio delle bollette tarsu e canone acqua''. L'allarme viene lanciato da Saverio Cuoco, presidente regionale dell'Unione Nazionale Consumatori.

Sono state consegnate, infatti, a Poste Italiane oltre 60.000 bollette di pagamento della Tarsu e canone acqua comprensive degli aumenti deliberati il 31 Ottobre 2012 dai tre Commissari del Comune di Reggio Calabria.

La percentuale di aumento della Tarsu, spiega l'Unc, e' ''pari al 60%, mentre per il canone acqua e' pari al 130%, aumenti che non mancheranno di suscitare nei cittadini, comprensibili malcontenti. In merito agli aumenti deliberati, Cuoco, gia' nei giorni scorsi aveva ribadito che essi non si giustificano in considerazione dei servizi erogati, pressoche' inesistenti''.

Nello specifico la Tarsu, prosegue l'Unc, ''oltre ad aver subito gia' un aumento ad opera della precedente Giunta Comunale nell'agosto del 2011, annovera un disservizio nella raccolta rifiuti che si prolunga da oltre un anno, mettendo gravemente a repentaglio anche la salute dei cittadini e da quest'anno inoltre, subira' gli ulteriori aumenti con l'ingresso a decorrere dal 1* aprile 2013 della nuova imposta denominata tares , con la quale verranno finanziati i cosiddetti 'servizi indivisibili' prestati dagli Enti Locali, vale a dire quei servizi comunali di cui beneficia l'intera collettivita', ma per i quali non e' possibile effettuare una suddivisione in base all'effettiva percentuale di utilizzo individuale, rappresentati dall'illuminazione pubblica, manutenzione delle strade pubbliche, polizia locale, ecc.

L'altro aumento riguarda il canone acqua, che nonostante la mancanza del requisito della potabilita', (la situazione non e' mutata rispetto agli anni pregressi) subisce un aumento della tariffa del 130%, ed in parecchie zone cittadine essa non viene erogata o viene parzialmente erogata in determinati orari''.

L'Unione Nazionale Consumatori Calabria, considerando ''inaccettabili tali esborsi in considerazione dei servizi resi, ha gia' avviato un'azione collettiva a tutela dei consumatori che riterranno di non dover corrispondere quanto viene loro richiesto''.

red/dab/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech