giovedì 08 dicembre | 05:54
pubblicato il 11/apr/2011 14:01

Reggio Calabria, arrestati due esponenti della cosca Crucitti

Pressioni della 'ndrangheta su imprenditori edili

Reggio Calabria, arrestati due esponenti della cosca Crucitti

Due uomini, esponenti di vertice della 'ndrangheta appartenenti alla cosca Crucitti di Condera-Pietrastorta, sono stati fermati dai carabinieri di Reggio Calabria.Si tratta di Santo Crucitti, di 48 anni, imprenditore edile e capo dell'omonima cosca della 'ndrangheta che gravita nell'orbita del gruppo criminale De Stefano-Tegano, e il suo luogotenente Mario Salvatore Chilà, anch'egli di 48 anni. Santo Crucitti era già stato condannato in primo grado a sei anni, ma aveva continuato la sua attività criminale come spiega il Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone. Dalle indagini dell'operazione denominata 'Raccordo' è emersa una pressione asfissiante nei confronti di commercianti e imprenditori al fine di acquisire il controllo delle loro attività in particolare nel settore edile.

Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni