giovedì 19 gennaio | 20:22
pubblicato il 06/mag/2011 17:48

Reggio Calabria, aiutarono boss Macrì a nascondersi: 4 arresti

L'operazione dei carabinieri del comando provinciale di Reggio

Reggio Calabria, aiutarono boss Macrì a nascondersi: 4 arresti

I carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato 3 persone, accusate di aver aiutato Antonino Macrì, della cosca Alvaro di Sinopoli, durante la latitanza. Contemporaneamente per lo stesso Antonino Macrì, già in carcere dal 3 febbraio scorso per traffico di droga, armi e ricettazione, è scattata una nuova ordinanza di custodia cautelare con l'accusa di porto e detenzione d'arma da fuoco. I tre, accusati di averlo aiutato tenendo sotto controllo il territorio di Sinopoli e Sinopoli inferiore, dove il latitante si nascondeva, sono Raffaele e Rocco Cutrì, ai domiciliari e Antonino Cutrì, trasferito in carcere. Proprio quest'ultimo era solito accogliere i carabinieri che stavano stringendo il cerchio intorno agli arrestati dicendo loro, quasi sfidandoli: "Come siete armati voi, siamo armati noi".

Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale