giovedì 08 dicembre | 21:29
pubblicato il 06/dic/2012 11:24

Recuperata sfinge egizia nel viterbese

Stava per essere immessa sul mercato illegare estero

Recuperata sfinge egizia nel viterbese

Roma, (askanews) - Sottratta in extremis al mercato illegale dell'arte. Una straordinaria sfinge egizia in granito africano, proveniente da un sito sepolcrale della Tuscia, che testimonia i commerci tra l'antico Egitto e la Tuscia, è stata recuperata dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma.L'opera, probabile decoro di un ambiente funerario gentilizio etrusco o di una villa suburbana d'ozio, era infatti in procinto di essere trafugata all'estero e dispersa come successo a molte di opere del passato nei canali del collezionismo d'élite.Le indagini hanno preso le mosse dal controllo casuale di un automezzo industriale, nel corso del quale è stato rinvenuto un corredo ceramico proveniente da scavi clandestini eseguiti a Monterosi, in provincia di Viterbo.Le ricerche avviate nell'area della necropoli di Montem Rossulum hanno permesso di rinvenire la preziosissima opera, che era già stata imballata in una cassa nascosta all'interno di una serra.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni