lunedì 20 febbraio | 12:53
pubblicato il 06/dic/2012 11:24

Recuperata sfinge egizia nel viterbese

Stava per essere immessa sul mercato illegare estero

Recuperata sfinge egizia nel viterbese

Roma, (askanews) - Sottratta in extremis al mercato illegale dell'arte. Una straordinaria sfinge egizia in granito africano, proveniente da un sito sepolcrale della Tuscia, che testimonia i commerci tra l'antico Egitto e la Tuscia, è stata recuperata dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma.L'opera, probabile decoro di un ambiente funerario gentilizio etrusco o di una villa suburbana d'ozio, era infatti in procinto di essere trafugata all'estero e dispersa come successo a molte di opere del passato nei canali del collezionismo d'élite.Le indagini hanno preso le mosse dal controllo casuale di un automezzo industriale, nel corso del quale è stato rinvenuto un corredo ceramico proveniente da scavi clandestini eseguiti a Monterosi, in provincia di Viterbo.Le ricerche avviate nell'area della necropoli di Montem Rossulum hanno permesso di rinvenire la preziosissima opera, che era già stata imballata in una cassa nascosta all'interno di una serra.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
CubSat, attivo primo laboratorio spaziale sperimentale
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia