giovedì 23 febbraio | 13:10
pubblicato il 07/feb/2011 20:23

Record di rapine nel centro di Napoli, scatta il coprifuoco

I negozi chiudono tra le 19 e le 20

Record di rapine nel centro di Napoli, scatta il coprifuoco

Tre denunce di rapine al giorno, quasi cento al mese, nella zona del Decumano inferiore, obiettivo turisti e commercianti: sono i numeri che hanno fatto scattare il coprifuoco in alcune zone di Napoli considerate "ad alto rischio", come Via San Biagio dei Librai, piazza Miraglia, via Mezzocannone, e il dedalo dei vicoli a ridosso di piazza San Domenico. Siamo in pieno centro storico, teatro di rapine a mano armata e scippi: i negozi chiudono alle 19 in via San Biagio dei Librai (dove esistono 97 esercizi commerciali, tra cui 40 orefici), un'ora dopo quelli nelle vicinanze di piazza San Domenico. I ladri agiscono sempre con le stesse modalità: armati e in coppia, a bordo dei motorini e con il volto coperto dai caschi integrali, al mattino tra le 7,30 e le 8 all'apertura dei negozi, mentre nei fine settimana i raid sono più numerosi, soprattutto dopo le ore 22.

Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Borella, Maestro d'olio: amaro, piccante e quindi salutare
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech