giovedì 23 febbraio | 10:50
pubblicato il 21/lug/2011 12:54

R.Calabria, imponevano acquisto di videopoker truccati: arrestati

I Carabinieri smascherano nuovo modo di estorcere pizzo

R.Calabria, imponevano acquisto di videopoker truccati: arrestati

Con minacce e violenza avevano cercato di imporre ad un imprenditore, gestore di una sala giochi, autorizzata dal Monopolio di Stato, l'utilizzo di un sofisticato software per il poker on line truccato e gestito da loro. Ma il titolare dell'esercizio si è ribellato e ha denunciato le aggressioni ai carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria. I militari hanno arrestato tre persone che avevano stretti legami con le cosche della 'ndrangheta del capoluogo come spiega il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone.I carabinieri nell'ambito delle indagini hanno filmato una lunga serie di violenze nei confronto dell'imprenditore per convincerlo a cedere non solo la sua attività, ma anche le licenze per l'esercizio del gioco on-line.

Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech