lunedì 27 febbraio | 22:09
pubblicato il 22/nov/2011 14:17

Quattro bande a Napoli gestivano traffico di false griffe

46 arresti nell'operazione Gdf su tutto il territorio nazionale

Quattro bande a Napoli gestivano traffico di false griffe

Migliaia di etichette false pronte a essere attaccate su altrettanti capo d'abbigliamento taroccati, clichè di marchi e tutti il necessario per rendere un capo 'firmato' anche se falso, ma anche abbigliamento e accessori direttamente contraffatti. A produrre e commercializzare i falsi erano quattro bande criminali attive a Napoli e provincia con ramificazioni su tutto il territorio nazionale.Il traffico di false griffe è stato scoperto i militari della Guardia di Finanza nell'ambito di una vasta operazione anticontraffazione che ha portato a 46 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei confronti delle quattro organizzazioni al termine di indagini durate tre anni.Nel corso dell'indagine, inoltre, denunciate altre 60 persone ed eseguiti sequestri di immobili, di macchinari industriali e banchi di lavoro e altri materiali usati per la contraffazione.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech