lunedì 05 dicembre | 12:12
pubblicato il 02/lug/2014 12:00

Pullman precipitato sulla Napoli-Canosa, tre misure cautelari

Provvedimenti per 2 dipendenti Motorizzazione e titolare noleggio

Pullman precipitato sulla Napoli-Canosa, tre misure cautelari

Napoli, 2 lug. (askanews) - Su mandato della locale Procura la Polizia stradale di Avellino ha eseguito stamattina tre misure cautelari nell'ambito delle indagini sull'incidente del pullman che il 28 luglio 2013 precipitò dal viadotto Acqualonga sulla A16 Napoli-Canosa, provocando circa 40 morti. I destinatari dei provvedimenti restrittivi sono due dipendenti della Motorizzazione civile di Napoli e Gennaro Lametta, titolare dell'agenzia di noleggio pullman "Mondo Travel" e fratello di Ciro, autista del pullman turistico che morì nel tragico incidente nei pressi di Monteforte Irpino.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari