venerdì 09 dicembre | 11:22
pubblicato il 11/feb/2015 12:51

Processo Concordia, Schettino in lacrime; via a camera consiglio

Orario sentenza sarà reso noto questa sera alle 19

Processo Concordia, Schettino in lacrime; via a camera consiglio

Grosseto, 11 feb. (askanews) - Si sono ritirati in camera di consiglio, intorno alle 12.15, i giudici del Tribunale di Grosseto per decidere la sentenza nei confronti di Francesco Schettino, unico imputato al processo sul naufragio della Costa Concordia, avvenuto il 13 gennaio 2012 davanti all'Isola del Giglio.

Alle 19 di questa sera sarà reso noto l'orario della sentenza, se cioè ci sarà più tardi o domani mattina.

Nel corso dell'udienza di stamani, Schettino ha rilasciato delle dichiarazioni spontanee, interrotte dal pinato. "Sono stato accusato di mancanza di sensibilità per le vittime -ha detto Schettino- ma cospargersi il capo di cenere è un modo per esibire i propri sentimenti. Una scelta che non ho fatto. Il dolore non va esibito per strumentalizzarlo". Quando ha parlato di "momenti di dolore che ho condiviso coi naufraghi a casa mia", l'ex comandante si è messo a piangere aggiungendo "non volevo questo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina