domenica 26 febbraio | 02:49
pubblicato il 12/ago/2013 14:40

Privacy: ok Garante a regolamento Albo amministratori giudiziari

(ASCA) - Roma, 12 ago - Parere favorevole del Garante privacy al Ministero della giustizia sullo schema di regolamento che individua le regole per l'iscrizione, la sospensione e la cancellazione nell'albo degli amministratori giudiziari dei beni sequestrati e confiscati. Lo schema tiene conto delle indicazioni suggerite dall' Ufficio dell'Autorita' per perfezionare il testo e rendere effettivo il diritto alla protezione dei dati personali. Le osservazioni dell'Autorita' hanno riguardato, in particolare, la pertinenza delle informazioni raccolte dall'Amministrazione per l'iscrizione nell'Albo; le modalita' di pubblicazione e di accesso selettivo alle informazioni in esso contenute; l'utilizzo delle informazioni per esclusive finalita' correlate alla tenuta dell'Albo; la previsione espressa del parere del Garante sui provvedimenti di attuazione del regolamento; il trattamento dei dati giudiziari. L'Albo, il cui accesso e' solo telematico, e' inserito in uno spazio dedicato del sito internet del Ministero della giustizia ed e' suddiviso in due parti, una parte pubblica ed una riservata. La parte pubblica contiene i dati identificativi, la PEC dell'amministratore giudiziario, la sezione dell'Albo nella quale e' iscritto e l'ordine professionale di appartenenza; la parte riservata, a cui possono accedere solo magistrati, dirigenti delle cancellerie e delle segreterie competenti, nonche' il direttore dell'Agenzia dei beni sequestrati e confiscati, contiene invece l'indicazione degli incarichi ricevuti dall'amministratore giudiziario, l'autorita' che ha attribuito l'incarico, nonche' la relativa data di conferimento e cessazione, gli acconti e il compenso finale ricevuti.

La materia disciplinata dallo schema di regolamento - sottolinea il Garante - e' di particolare delicatezza in quanto, nell'ambito della verifica del possesso dei requisiti di onorabilita' richiesti per l'iscrizione all'albo, puo' comportare il trattamento di dati giudiziari, che godono di una particolare tutela.

L'Autorita' ha pertanto richiamato l'attenzione del Ministero sulla verifica e integrazione del regolamento sui dati sensibili e giudiziari adottato dal Ministero nel 2006, al fine di assicurare la liceita' del trattamento dei dati giudiziari necessario in sede di accertamenti compiuti dall'Amministrazione della giustizia sul possesso dei requisiti di onorabilita' richiesti per l'iscrizione all'Albo.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech