venerdì 09 dicembre | 11:32
pubblicato il 12/ago/2013 14:40

Privacy: ok Garante a regolamento Albo amministratori giudiziari

(ASCA) - Roma, 12 ago - Parere favorevole del Garante privacy al Ministero della giustizia sullo schema di regolamento che individua le regole per l'iscrizione, la sospensione e la cancellazione nell'albo degli amministratori giudiziari dei beni sequestrati e confiscati. Lo schema tiene conto delle indicazioni suggerite dall' Ufficio dell'Autorita' per perfezionare il testo e rendere effettivo il diritto alla protezione dei dati personali. Le osservazioni dell'Autorita' hanno riguardato, in particolare, la pertinenza delle informazioni raccolte dall'Amministrazione per l'iscrizione nell'Albo; le modalita' di pubblicazione e di accesso selettivo alle informazioni in esso contenute; l'utilizzo delle informazioni per esclusive finalita' correlate alla tenuta dell'Albo; la previsione espressa del parere del Garante sui provvedimenti di attuazione del regolamento; il trattamento dei dati giudiziari. L'Albo, il cui accesso e' solo telematico, e' inserito in uno spazio dedicato del sito internet del Ministero della giustizia ed e' suddiviso in due parti, una parte pubblica ed una riservata. La parte pubblica contiene i dati identificativi, la PEC dell'amministratore giudiziario, la sezione dell'Albo nella quale e' iscritto e l'ordine professionale di appartenenza; la parte riservata, a cui possono accedere solo magistrati, dirigenti delle cancellerie e delle segreterie competenti, nonche' il direttore dell'Agenzia dei beni sequestrati e confiscati, contiene invece l'indicazione degli incarichi ricevuti dall'amministratore giudiziario, l'autorita' che ha attribuito l'incarico, nonche' la relativa data di conferimento e cessazione, gli acconti e il compenso finale ricevuti.

La materia disciplinata dallo schema di regolamento - sottolinea il Garante - e' di particolare delicatezza in quanto, nell'ambito della verifica del possesso dei requisiti di onorabilita' richiesti per l'iscrizione all'albo, puo' comportare il trattamento di dati giudiziari, che godono di una particolare tutela.

L'Autorita' ha pertanto richiamato l'attenzione del Ministero sulla verifica e integrazione del regolamento sui dati sensibili e giudiziari adottato dal Ministero nel 2006, al fine di assicurare la liceita' del trattamento dei dati giudiziari necessario in sede di accertamenti compiuti dall'Amministrazione della giustizia sul possesso dei requisiti di onorabilita' richiesti per l'iscrizione all'Albo.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Cortina Wine Club, il 29 dicembre nel cuore delle Dolomiti
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina