domenica 04 dicembre | 01:41
pubblicato il 22/mar/2014 12:30

Primavera: il decalogo Coldiretti ''per un orto (quasi) perfetto''

Primavera: il decalogo Coldiretti ''per un orto (quasi) perfetto''

(ASCA) - Roma, 22 mar 2014 - Dove quando, cosa e come coltivare sono le scelte piu' importanti da fare tanto che la Coldiretti, in coincidenza con l'arrivo della primavera, ha elaborato un decalogo - ''per un orto (quasi) perfetto'' - per aiutare i cittadini in una attivita' che piace molto anche ai bambini, per i quali da Campagna Amica e' arrivato il primo gioco del piccolo contadino Gio', un kit semplice e comodo per avere a portata di mano prodotti freschi, di stagione e sani.

Ecco le 10 ''regole'' Coldiretti per ''l'orto di casa''.

1) Spazio giusto: e' necessario individuarlo. L'orto in piena terra e' la soluzione migliore. Per chi non ha il giardino, il balcone o il terrazzo sono una buona alternativa. L'importante e' che siano soleggiati e ventilati.

2) Stagionalita': occorre conoscerla. A ogni periodo dell'anno il suo prodotto. Per sapere quando e cosa coltivare e' utile dotarsi di un calendario delle semine con indicate le fasi lunari. 3) Giusto tempo: gli orti, anche quelli di piccole dimensioni, necessitano di cure quotidiane. Se si ha poco tempo il consiglio della Coldiretti e' di comprare le piantine gia' sviluppate e trapiantarle. 4) Buona terra: e' garanzia di risultati. Per mantenere un buon livello di fertilita' e' meglio scegliere compost vegetale biologico o terriccio universale. 5) Semi e piantine: ci sono selezioni da fare e regole da rispettare a seconda che si lavorino ortaggi a ciclo lungo (fagioli, piselli, fave) o a ciclo corto (ravanelli, rucola o carota). 6) Trapianto: si realizza quando le dimensioni della piantina superano quelle del recipiente. E' possibile cambiare piu' volte il vaso aumentandone man mano la grandezza. 7) Acqua: per un'adeguata crescita alle colture il terreno deve essere sempre umido, ma mai bagnato, secondo la Coldiretti. Le innaffiature vanno regolate a seconda della temperatura e dello sviluppo delle piante. 8) Temperatura: e' importante fare attenzione all'andamento del tempo. A marzo e ad aprile il rischio di gelate notturne e' ancora alto: e' bene quindi proteggere le piantine con dei teli isolanti. 9) Parassiti: formiche, mosca degli orti, ragnetti rossi e bruchi sono i principali insetti che possono arrivare a creare seri problemi alla produzione. Per limitare questi attacchi, oltre a usare prodotti specifici, e' bene scegliere ortaggi che si adattano meglio al clima e al territorio dove si vive. 10) Costi: realizzare un orto in giardino, secondo Coldiretti, ha una spesa contenuta. Tra terra, piantine o semi, concime e strumenti di lavoro, l'investimento si puo' stimare intorno ai 250 euro per un orto di 20 metri quadrati ''chiavi in mano''.

red/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari