sabato 03 dicembre | 12:59
pubblicato il 17/ott/2011 16:40

Presidio operai Lear davanti a Unione Industriale di Torino

Preoccupati per l'incertezza delle commesse Fiat

Presidio operai Lear davanti a Unione Industriale di Torino

Presidio di una cinquantina di operai dello stabilimento Lear di Grugliasco in provincia di Torino, davanti all'Unione Industriale del capoluogo piemontese, dove si è tenuto il secondo incontro della trattativa tra azienda e sindacati sugli esuberi. L'azienda, che produce sedili per auto e lavora unicamente per Fiat, ha annunciato nei giorni scorsi 464 esuberi su 579 addetti. Alla Lear infatti vengono assemblati i sedili di Idea e Musa e vengono fatte le cuciture degli interni di Maserati. Secondo quanto riferiscono i sindacati lo stabilimento sconta l'incertezza dei prossimi piani produttivi del Lingotto su Torino. La produzione del Suv a Mirafiori è stata spostata nel 2013 e quanto al nuovo modello di Maserati da produrre alla ex Bertone non vi sono ancora date certe. E il 4 novembre prossimo cessa la cassa integrazione straordinaria per gli operai della Lear.

Gli articoli più letti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari