martedì 24 gennaio | 19:15
pubblicato il 05/dic/2013 16:22

Prato: Guariniello, serve procura nazionale su sicurezza del lavoro

Prato: Guariniello, serve procura nazionale su sicurezza del lavoro

(ASCA) - Torino, 5 dic - Un rafforzamento degli uffici di vigilanza e la costituzione di una procura nazionale sulla sicurezza del lavoro. Sono le richieste del pm torinese Raffaele Guariniello dopo la recente tragedia in una ditta cinese di abbigliamento a Prato. ''Un dramma che dovrebbe indurre a sviluppare azioni sistematiche e organiche di prevenzione in tutto il paese'', ha detto Guariniello intervenendo a un convegno sulla sicurezza, promosso dalla rivista ''Sicurezza e lavoro'' a sei anni dalla tragedia torinese della Thyssenkrupp. ''Non e' stato fatto prima, facciamolo adesso - ha esortato il pm -: si tratta di azioni a tutela della salute ma anche della lealta' commerciale, cioe' di quelle imprese che subiscono una concorrenza sleale se non si tutela la sicurezza dappertutto''.

''Dopo la tragedia di Prato - ha proseguito il Pm - ho sentito frasi come 'non e' possibile', ma sarebbe il caso di passare a qualche atto concreto. E allora mi chiedo perche' il ministro del Lavoro non prende l'iniziativa di rafforzare gli organi di vigilanza, e perche' il ministro della Giustizia non si preoccupa di creare questa benedetta procura nazionale sulla sicurezza del lavoro''.

Secondo il Pm torinese l'intervento legislativo per costituirla sarebbe abbastanza semplice, introducendo una norma, l'articolo 61 bis, nel testo unico sulla sicurezza (Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008) ''che toglierebbe spazio a qualsiasi equivoco sulle competenze'', ha detto Guariniello. La procura nazionale, ha sottolineato il magistrato torinese ''avrebbe la possibilita' di sopperire alle carenze di organico di molte procure. Molte di queste infatti, la maggioranza delle procure italiane - ha spiegato - hanno soltanto 3-4 magistrati e non possono occuparsi di tutto, e non possono specializzarsi in una materia che e' piuttosto complicata. Il risultato - ha detto ancora - e' che nessuno se ne occupa''.

''E invece - ha sottolineato - ci arrivano le leggi di semplificazione. Io quando ne sento parlare rabbrividisco - ha detto Guariniello - perche' sento parlare di togliere gli adempimenti burocratici, quelli inutili, e fosse cosi' andrebbe bene, ma poi, vai a vedere, e semplificano ad esempio la valutazione dei rischi che e' uno degli adempimenti piu' importanti. Nell'ultima legge di semplificazione e' stato stabilito che una serie di aziende possono fare un modello semplificato''. ''Non credo - ha osservato Guariniello - che di fronte a tragedie come la Thyssen o come e' oggi quella di Prato, si debba rispondere con la semplificazione degli adempimenti. Questo e' andare contro quelle apprenti dichiarazioni di solidarieta'''.

Guariniello ha infine ricordato che il processo Thyssen si celebrera' in Cassazione il prossimo 26 aprile a sezioni unite, cosi' come richiesto dalla difesa. La decisione a sezioni unite avra' un valore giurisprudenziale importante, oltre che sulla responsabilita' e sulle eventuali sanzioni degli imputati, sulla questione delicata del dolo eventuale che venne addebitato all'ad dell'azienda Harald Espenhahn in primo grado, ma escluso in appello. eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Giustizia
Giustizia, da incontro Anm-Ministro Orlando nessun effetto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4