sabato 03 dicembre | 20:39
pubblicato il 02/dic/2013 17:35

Prato: Coldiretti, aumentati del 33% allarmi su prodotti cinesi

(ASCA) - Roma, 2 dic - Sono aumentati del 33 per cento gli allarmi sui prodotti alimentari cinesi con il gigante asiatico che si classifica al primo nella commercializzazione di cibi a rischio per la salute. E' quanto afferma la Coldiretti sulla base di dati del sistema di allerta comunitario per la prevenzione dei rischi alimentari in Europa relativi al terzo trimestre su quello precedente. I prodotti alimentari cinesi - sottolinea la Coldiretti -hanno fatto scattare ben 344 allerte per la sicurezza alimentare nei primi nove mesi dell'anno , pari addirittura al 15 per cento del totale registrati in Europa Dal Paese asiatico - precisa la Coldiretti - provengono ingredienti e alimenti che possono essere offerti a basso prezzo anche per le diverse regole sanitarie e ambientali in vigore, oltre che per lo sfruttamento della manodopera. Concentrato di pomodoro, miele, riso ed aglio sono alcuni dei prodotti alimentari cinesi piu' presenti in Italia che - conclude la Coldiretti - hanno avuto problemi di sicurezza alimentare.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari