martedì 21 febbraio | 15:23
pubblicato il 10/mar/2011 14:00

Porte chiuse nel centro di Lampedusa, dopo le proteste

I migranti però escono ugualmente per una passeggiata

Porte chiuse nel centro di Lampedusa, dopo le proteste

Le porte del Centro d'accoglienza di Lampedusa sono state chiuse, come avevano chiesto i cittadini infastiditi dalla grande quantità di migranti che vagabondavano per l'isola. In realtà però i profughi escono ugualmente tramite un varco nella rete di recinzione. Dicono di non voler arrecare disturbo alla popolazione, ma di voler semplicemente uscire per vedere il paese e per prendere un caffè. Si sono dati delle regole: prima tra tutte quella della durata dell'uscita, 30 minuti, in modo da dare la possibilità ad altri connazionali di visitare il piccolo centro di Lampedusa. "Basta non farsi vedere dalla polizia" ci dicono a telecamere spente. I migranti dovrebbero vivere dentro il centro che, di norma, può contenere al massimo 850 persone, ma che ad oggi ne ospita oltre mille e 100. E una passeggiata all'aria aiuta a tenere viva la speranza: il sogno di molti di loro, ci raccontano, è andare in Francia per unirsi alle proprie famiglie.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia