martedì 28 febbraio | 08:58
pubblicato il 22/dic/2011 17:48

Pompei/ Mibac: pilastri casa Tiburtino saranno messi sicurezza

Recchia: 39 interventi prioritari a bando nei primi mesi del 2012

Pompei/ Mibac: pilastri casa Tiburtino saranno messi sicurezza

Roma, 22 dic. (askanews) - I pilastri del pergolato della Casa di Loreio Tiburtino verranno messi immediatamente in sicurezza utilizzando i fondi ordinari della Soprintendenza. Lo garantisce in una nota il segretario generale del Mibac, Antonia Pasqua Recchia, sottolineando, dopo il crollo di oggi - l'ultimo di una lunga serie - che la "fragilità del sito archeologico di Pompei, confermata ulteriormente dalla caduta di uno dei pilastri che sostengono la sistemazione esterna a pergolato della Casa di Loreio Tiburtino, esige misure adeguate e immediate che l'Italia è in grado di realizzare perché in questi mesi il lavoro avviato con la Commissione Europea è stato intenso e proficuo". La Commissione Europea Dg Regio ha comunicato infatti ieri l'esito positivo della valutazione sulla finanziabilità del Grande Progetto Pompei. "Nel giro di brevissimo tempo è stata quindi completata la complessa procedura tecnica culminata nella presentazione (lo scorso 25 novembre) del Progetto - spiega Recchia - e di tutte le analisi finanziarie ed economiche richieste all'Italia per la conseguente decisione della Commissione Europea". I tempi per gli interventi sul sito si possono dunque accelerare visto che il Progetto Pompei sarà pienamente operativo per 105 milioni di euro già entro il prossimo gennaio. "Mentre si provvederà immediatamente, con i fondi ordinari della Soprintendenza, a mettere in sicurezza gli altri pilastri del pergolato, il Mibac e il Ministero per la coesione territoriale stanno alacremente lavorando - aggiunge Recchia - per il tempestivo avvio delle opere: l'adeguamento della progettazione già realizzata dalla Soprintendenza di Pompei; la predisposizione dei bandi di tutti gli interventi del Progetto; la definizione degli interventi per la sicurezza; la progettazione esecutiva del piano per il miglioramento della fruizione del sito". Nei primi mesi del 2012 partiranno quindi gli interventi di diagnosi delle insulae e di mitigazione del rischio idrogeologico. I primi interventi di restauro e messa in sicurezza (39 progetti per 47 milioni di euro) saranno messi a bando nei primi mesi del 2012 ed i cantieri avviati entro la prima metà dell'anno. Le gare per gli altri interventi (per un valore di 38 milioni di euro) potranno essere realizzate, "secondo una previsione prudenziale, entro i mesi di settembre-ottobre del prossimo anno".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech