venerdì 09 dicembre | 05:58
pubblicato il 27/ott/2011 11:31

Pompei, arrivano i fondi Ue e scatta l'allarme camorra

L'Europa stanzia 105 milioni, primi lavori già nel 2012

Pompei, arrivano i fondi Ue e scatta l'allarme camorra

Un "tesoretto" per Pompei: l'Unione europea ha dato il via libera allo stanziamento di 105 milioni di euro da utilizzare nei prossimi quattro anni per ristrutturare le domus, mettere in sicurezza il sito e rafforzare la Sovrintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei. Fondi che arrivano a pochi giorni da nuovi crolli che hanno riportato al massimo livello l'allarme per uno dei più importanti tesori artistici del nostro Paese. Il progetto si articola in cinque punti e i lavori, secondo Bruxelles, dovrebbero cominciare già all'inizio del prossimo anno. Il finanziamento europeo, però, potrebbe fare gola anche alla criminalità e il sottosegretario ai Beni culturali Riccardo Villari lancia l'allarme: "Ci sono dei segnali - ha spiegato - che poi si possono interpretare in tanti modi" della presenza della camorra. Un ulteriore campanello d'allarme per invitare tutti a mantenere alta la vigilanza su Pompei, in tutti i sensi.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni