martedì 24 gennaio | 10:59
pubblicato il 30/dic/2014 13:36

Pm Bari: a bordo c'erano dei clandestini, troveremo altri morti

"Dieci le vittime accertate, mancano all'appello 179 persone"

Pm Bari: a bordo c'erano dei clandestini, troveremo altri morti

Roma, 30 dic. (askanews) - "Essendo stato accertato inconfutabilmente che la nave trasportava clandestini nascosti nelle stive il nostro timore è che purtroppo troveremo altre persone decedute sul relitto". Lo ha detto in una conferenza stampa il procuratore di Bari Giuseppe Volpe, che ha fatto il punto sull'inchiesta per il disastro del traghetto.

Volpe ha spiegato che "dai primi accertamenti è risultato che la lista sui passeggeri imbarcati contava 478 persone, anche se il dato va ancora sottoposto a una verifica puntuale. A bordo c'erano poi tre clandestini, due afghani e un siriano, e un overbooking di 18 persone. In totale quindi gli imbarcati erano 499, secondo una prima stima. Le persone sicuramente morte sono almeno 10: due dispersi in mare dei quali non è stato possibile il recupero, mentre sono state issate a bordo della San Giorgio 4 salme, due sono state portate dalle motovedette della Guardia Costiera a Otranto e altre due a Brindisi. Tutte le salme saranno convogliate all'istituto di medicina legale di Bari per l'autopsia".

"Le persone salvate solo dalla Marina Militare - ha proseguito Volpe - sono state 214 e in totale 96 sono stati sbarcati in Puglia, compresi i 39 diretti a Manfredonia e verranno invece sbarcati a Taranto tra 12-14 ore, perchè le condizioni meteo non consentivano lo sbarco. Effettuando tutti i conteggi restano 179 persone di cui non conosciamo la sorte, ma tra loro moltissimi, anzi speriamo tutti, sono imbarcati su due mercantili che hanno prestato soccorso e sono diretti in Grecia dove si spera arrivino sani e salvi. Stiamo aspettando dalle autorità greche il numero dei naufgraghi portati in Grecia, che saranno sottratti dai 179 per stabilire il numero esatto".

Quanto alle identificazioni dei cadaveri, ha concluso Volpe, qualcuna è stata effettuata ma "abbiamo bisogno di più tempo", ha concluso il procuratore.

Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4